Forex: tra disinformazione e realtà

Tra i prodotti finanziari più gettonati del momento, il Forex è riuscito a raggiungere contemporaneamente il primato del più acclamato e del più criticato. Come è possibile? Ebbene sì, l’incredibile battaglia tra disinformazione e realtà affligge anche l’economia. Se vuoi essere ben informato, infatti, devi scegliere innanzitutto le fonti giuste. Tra chi ne parla bene e chi ne parla male, il 90% delle persone, alla domanda “cos’è il trading forex?”, non sa ancora dare una risposta esauriente. Di seguito, voglio pertanto chiarire alcuni concetti.

Gioco in Borsa online: il Forex è una truffa?

Andiamo con ordine. Il Foreign Exchange Market è il mercato finanziario nel quale avvengono gli scambi tra le valute. Una miniera d’oro, considerando che si tratta del mercato più frequentato al mondo. Del più liquido. Nonché dell’unico nel quale si può investire 24 ore al giorno.

Grazie al trading online, il mercato dei cambi è stato reso accessibile agli utenti di tutto il mondo. In sostanza, per investire sulle valute, non occorre altro che avere un collegamento ad Internet, aprire un conto presso un broker finanziario e imparare ad utilizzare una piattaforma di trading.

Se ragioniamo in termini di tempistiche, per iniziare ci vogliono non più di dieci minuti. Ma ciò non significa che tale attività sia semplice come un gioco.

Da dove nasce la paura della truffa? Come sai, gli investimenti presuppongono l’utilizzo di denaro. Più precisamente il tuo. Un broker forex, dunque, non gestisce solo le transazioni, ma anche i conti dei clienti.

Broker forex: come riconoscere i migliori

Nel corso del tempo può essere accaduto che una società di negoziazione fallisse, facendo sparire tutti i soldi degli investitori. Oppure che un intermediario generasse i propri guadagni investendo in senso contrario rispetto al cliente. O ancora che a causa di scarsa trasparenza informativa venissero applicate al contratto delle condizioni svantaggiose per i clienti. Come porre un freno a tutto questo?

La risposta è una sola: la legalità. Seppur non regolamentato di per sé, nel settore del forex vigono diverse normative.

La direttiva MiFID europea, ad esempio, stabilisce che ogni broker deve garantire:

  • Qualità dei propri servizi

  • Trasparenza informativa obbligatoria

  • Gestione dei conti con formula segregata

  • Conto demo gratuito

  • Gestione degli ordini No Dealing Desk

Insomma, una serie di norme volte a tutelare i clienti da qualsiasi tipo di truffa. Gli intermediari che soddisfano i requisiti posti dalla direttiva MiFID, ottengono una licenza operativa che consente loro di lavorare legalmente in tutta Europa.

Scegli la legalità! Solo così potrai davvero scoprire l’enorme opportunità data dal Forex!