I prezzi del pellet

Con l’incremento dell’utilizzo del pellet, si intensificano anche i tipi di basso prezzo, ma di qualità scarsa e basso potere calorico, che attirano pure il cliente più attento, ecco la guida ai prezzi del pellet su caminisulweb.it.

Il successo del pellet e il suo costo

Il pellet rappresenta una soluzione ecosostenibile, pulita ed anche ecologica, che ormai fa parte dei nuovi stili di vita dell’uomo moderno, attento al risparmio energetico e a rispettare l’ambiente, ma in particolare, per necessità, costretto a stare poco in casa, senza potersi prendere cura del riscaldamento della propria abitazione.

Grazie al pellet, l’uomo sempre impegnato riesce a gestire il riscaldamento della propria casa automatizzando l’accensione e lo spegnimento del sistema di riscaldamento.

Il pellet quindi, aiuta l’uomo moderno, in pratica questo biocombustibile acquistato in sacchetti, permette un automatico riscaldamento dell’ambiente, così che si possa trovare riscaldata la casa al ritorno dai propri impegni.

Il pellet va ad inserirsi quindi e pure ad integrarsi, allo stile di vita dell’uomo contemporaneo andando ad assumere un ruolo principale nell’alimentazione di stufe e camini, con la garanzia di basse emissioni inquinanti e pulizia nella combustione, e con un risparmio economico.

Il pellet rispetto alla legna costa di più, per riscaldare lo stesso locale, c’è maggior bisogno di pellet a differenza della legna, perché anche se ha una superiore potenza calorica, il carico della legna ha una più grande autonomia, perchè il letto di brace contribuisce alla diffusione per molte ore successive alla combustione e allo spegnimento, il calore in tutta la casa, differentemente dal pellet che invece brucia totalmente i suoi cilindri di legno, senza alcun residuo di cenere.

Quando si acquista il pellet occorre conoscere delle nozioni importanti indicate nel sacchetto, per una valutazione del prezzo a seconda della qualità stessa del pellet:

  • potere calorico che deve superare i 4,5 KWh/Kg;
  • la miscela di pellet;
  • residui di cenere che deve non superare l’1%.

Tali informazioni sono presenti nel sacchetto del pellet e hanno molta importanza per poter distinguere il pellet puro, dotato di una buona combustione, rispetto a quello non puro, dotato di una bassa combustione.

Molto importanti sono anche le certificazioni, tra cui la più importante è l’Attestazione Pellet Gold, che va a certificare la purezza del pellet e la mancanza di sostanze radioattive, il controllo generale della corrispondenza delle informazioni indicate sul sacchetto.

Questa tipologia di attestazione denominata Pellet Gold è una grande garanzia di affidabilità nell’acquisto di un pellet pulito, ma anche ecologico e che rispetti le vigenti norme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *